Viaggiare in treno, quando lo spostamento diviene esperienza

viaggiare in treno

Uno dei piaceri del viaggiare in treno è la sensazione di muoversi con calma, cullati dallo sferragliare ritmico e attutito che caratterizza l’alta velocità, mentre il panorama sfila sotto i nostri occhi con leggerezza attraverso le campagne, lungo le coste, o tra i brevi tratti urbani.

Il grande vantaggio del viaggio su rotaia è che ti rende uno spettatore, con la possibilità di apprezzare la bellezza dei paesaggi mentre sei assorto nei tuoi pensieri, oppure mentre ti stai dedicando alle tue letture preferite.

Anche attraversare un tunnel può avere il suo risvolto positivo: può diventare infatti l’occasione per staccare gli occhi dal tablet e apprezzare davvero quel senso di rilassamento trasmesso dalla comodità di una poltrona, dall’efficienza di un mezzo di trasporto che permette di evitare l’impiego di un’auto per un lungo viaggio, e che magari offre anche la grande possibilità di tornare indietro nella stessa giornata.

Il piacere del viaggiare in treno

Da qualche anno ho ripreso a viaggiare in treno con piacere, soprattutto per spostarmi da un punto all’altro dell’Italia, ma non è sempre stato il mio mezzo di trasporto preferito.

Ricordo quando, subito dopo il diploma, e parlo ormai di oltre venti anni fa, scelsi di frequentare una facoltà con sede a Cassino, decisione che mi avrebbe portata a viaggiare in treno quasi ogni giorno partendo dalla mia piccola Caserta.
Fu un periodo molto duro per me, i treni all’epoca non avevano quella facilità di fruizione dei nostri giorni. Gli orari di partenza, di arrivo, e i tempi di percorrenza stabiliti erano molto meno precisi, ma soprattutto, la prenotazione tramite internet era ancora una sorta di miraggio.

Oggi è davvero tutto cambiato, quello che per me un tempo era motivo di grande noia e stanchezza rappresenta invece una valida alternativa all’utilizzo della macchina, e spesso anche dell’aereo.
Basta infatti fare delle semplici comparazioni per scoprire quanto spesso possa essere più vantaggioso scegliere di muoversi su rotaia, sia in termini di tempo che in termini economici.

Un esempio? Capita spesso di dovermi recare a Milano ed il treno è ormai sempre la mia opzione preferita. Mi muovo quindi con Italobus per raggiungere Napoli da Caserta e poi proseguo con Italo, per arrivare a destinazione in poco più di 5 ore con una spesa media di circa 80€, e con una bella scelta di orari treni: un modo davvero comodo e conveniente di attraversare l’Italia!

Potrebbe anche interessarti: 5 cose che mi ispirano a viaggiare e cosa visitare a Caserta