Moda: è boom per gli acquisti on line

boom per acquisti on line moda e accessori

boom per gli acquisti on line di moda e accessori

Crescita a doppia cifra per gli acquisti on line di moda.

Se l’e-commerce sta vivendo un vero e proprio boom in Italia, questo è ancor più vero per il comparto abbigliamento e accessori che vede incrementare le vendite del 25 per cento, nonostante sia caratterizzato da forti elementi tradizionali. È quanto rileva Netcomm.


I millennials spingono le vendite on line di moda e accessori.

A sostenere le vendite dell’abbigliamento on line, attraverso il ricorso a portali come www.sweetstore.it, che offrono un’ampia offerta di marche e modelli all’ultima moda, sono soprattutto i millennials. Questa generazione, infatti, acquista sempre meno in negozio e sempre più on line. L’ultimo rapporto elaborato da Netcomm evidenzia come l’abbigliamento on line rappresenti un comparto dai numeri in forte crescita, arricchito, in Italia, dalla presenza di tante startup di valore internazionale.
Il boom dell’e-commerce.

Netcomm evidenzia come, nel nostro Paese, il commercio elettronico stia attraversando una fase di forte espansione e stia vivendo un vero e proprio boom. Il fenomeno interessa non solo gli ambiti più facilmente immaginabili, come high-tech, ma anche quelli considerati da sempre “tradizionali”, a partire proprio dall’abbigliamento che cresce rispetto alla precedente rilevazione del 25 per cento. Tra le tendenze in forte crescita: l’e-grocery e l’arredamento.


Chi sostiene gli acquisti on line di moda?

La rivoluzione negli acquisti di capi di abbigliamento degli italiani, in realtà, rispecchia a pieno una tendenza in atto: la trasformazione delle abitudini nazionali, dettata dall’introduzione nella vita di tutti i giorni di strumenti come smartphone e tablet. È facile immaginare, quindi, perché siano proprio i Millennials a guidare questo cambiamento, veri e propri nativi digitali, sono molto più a loro agio con un cellulare alla mano che in un negozio. Sembra un’esagerazione ma c’è già chi parla di un futuro privo di punti vendita fisici. Lo shopping, quindi, potrebbe diventare solo virtuale, con buona pace dei pomeriggi in gioro con le amiche a guardare vetrine e provare vestiti.
I dati Fashion Tech Insights 
Ma il consumatore che fa acquisti on line che caratteristiche ha? A tracciare un ritratto di questa nuova categoria sono i dati del Fashion Tech Insights 2017. Ne viene fuori l’immagine di un acquirente molto esigente, disposto anche a pagare quasi il doppio per abiti di qualità comprati attraverso portali on line. Ad attrarlo è soprattutto la possibilità di personalizzare il capo. È proprio questa, infatti, la caratteristica vincente dello shopping on line, capace di rispondere a una forte esigenza del mercato: quella di poter indossare un capo unico. Ancora una volta sono i dati relativi ai consumi dei Millennials a indicare come si sta muovendo il mercato: il 29 per cento di questi, infatti, ama avere dettagli unici, mentre il 23 per cento li richiede per avere la possibilità di esprimere al meglio se stesso.
Cosa accadrà?
Netcomm traccia anche le previsioni per lo sviluppo futuro del comparto. entro la fine del 2017, in particolare, il commercio on line legato al settore abbigliamento potrebbe toccare cifre di crescita pari al 27 per cento. lo strumento preferito per lo shopping elettronico sarà sempre più il mobile e il fatturato degli e-commerce di moda nel 2017 si prepara a superare i 2,4 miliardi di euro.

Share