Ischia, terme e benessere in autunno e primavera

Mi piace andare per terme, la serenità che mi avvolge quando entro nell’acqua calda mi dona pace e benessere, le stesse sensazioni che ogni volta che ho in programma una trasferta del genere non vedo l’ora di ritrovare. In particolare torno spesso a bagnarmi nelle acque sulfuree di Ischia, sono trasparenti e caldissime, la tranquillità regna sovrana e tutti i rumori intorno magicamente sembrano attutirsi, persino l’affollamento estivo riesce a non sembrarmi troppo invadente e fastidioso.

Ischia, Castello Aragonese, Corsa dell'Angelo, Casa Museo Barano

Ischia, Castello Aragonese, Corsa dell’Angelo, Casa Museo Barano

Nonostante questo, a me Ischia piace particolarmente in autunno e in primavera, quando la fuga dallo stress diventa una pausa da Re e le bellezze dell’isola sono ancora più valorizzate dalla tranquilla serenità che queste stagioni portano. Il programma benessere é semplice: passeggiate vicino al mare, nei parchi naturali, tante cose buone da mangiare e momenti di relax assoluto nelle piscine calde, conversando con gli amici o più intimamente con il mio compagno, magari immersi sotto un cielo stellato.

ISCHIA , mozzarella, bruschetta, Negombo Terme

ISCHIA , mozzarella, bruschetta, Negombo Terme

Quando decido di restare per qualche giorno, di solito prenoto da dormire a Ischia Ponte e trovo conveniente portarmi la macchina. Ischia è grande e ci sono tante cose da fare. La mattina posso scegliere di andare in spiaggia o alle terme, nel pomeriggio invece mi piace curiosare nei negozi in centro. La sera uno dei luoghi più frequentati é la Riva destra (lato destro del porto), dove spesso mi fermo per cena o per un drink, oppure in alternativa raggiungo qualche ristorantino più caratteristico in collina o in campagna. L’isola comunque é piena di luoghi carinissimi dove poter mangiare meravigliose “zingare” (bruschette di pane “cafone” con mozzarella, pomodori, rucola, prosciutto crudo, olio d’oliva e basilico), alici e altri tipi di pesce preparato secondo la tradizione campana, e naturalmente i bucatini con il coniglio all’ischitana, una sinfonia di sapori assolutamente da non perdere.
D’estate in mancanza dell’auto si può noleggiare uno scooter, anche se scorrazzare per l’isola a bordo di una motoretta é sicuramente più divertente (e dispendioso).

Ischia pizza, limoni, pomodori, apecar, motoretta, gamberoni, fritto pesce, paranza

Ischia pizza, limoni, pomodori, apecar, motoretta, gamberoni, fritto pesce, paranza

In autunno e in primavera, nelle giornate più belle amo rifugiarmi ai Maronti, dove molte strutture hanno sia terme che spiaggia. L’acqua è splendida, pulita e non freddissima, e non c’è niente di più ritemprante che alternare bagni di mare a bagni termali.
Oltre alle spiagge più famose, Citara, Sorgeto, Maronti, la splendida baia di San Montano e il delizioso borgo di Sant’Angelo, Ischia offre paesaggi di alta collina spettacolari. Dal verde monte Epomeo e dalle altre vette raggiungibili dalla zona di Barano, ci si tuffa letteralmente nel piccolo paradiso blu del golfo di Napoli, spaziando con lo sguardo fino alla penisola sorrentina, a Capri e ai monti del Cilento.

ISCHIA, pasta, il talento di Mr Ripley, apecar, motoretta

ISCHIA, pasta, il talento di Mr Ripley, apecar, motoretta

Affidarmi alle persone del luogo chiedendo informazioni è da sempre mia abitudine quando sono in viaggio, naturalmente parto “preparata”, consulto internet e guide, ma non sempre mi fido o mi faccio bastare quello che leggo.
Con la classica disponibilità e gentilezza che caratterizza il popolo ischitano, Paola, office manager di uno degli hotel storici di Ischia Ponte, La Floridiana, a richiesta mi ha dato subito qualche notizia in più che desideravo conoscere

L’hotel terme La Floridiana si trova in posizione strategica, proprio nel cuore dell’isola ed esiste da oltre un secolo. C’è qualche aneddoto nella storia dell’albergo al quale sei particolarmente legata?

“La Floridiana ha una storia antica, il mio bisnonno un signore austero con i baffi a manubrio volle costruire un albergo dove non c’era proprio niente, un posto chiamato l’Arso che si affacciava sul mare con un declivio di viti, era il 1901 quando lo completo’ e cominciarono ad arrivare turisti ricchi e stravaganti a fare le cure termali, e lentamente intorno cominciarono a sorgere i negozi e le ville che vedi ora sul corso,diciamo che e’ merito suo se ora puoi fare shopping a via Vittoria Colonna.”

Quali sono i luoghi più romantici dell’isola, quelli che solo un ischitano può conoscere?

“Un luogo che ti raccomando di visitare sono i giardini de “La Mortella” a San Francesco, un luogo che ti lascera’ senza fiato,credo che sia uno dei luoghi piu’ intensi, profumati e lussureggianti del mondo e poi se sei un po’ avventurosa rivolgiti all’Ischia Diving Center, con la mia famiglia abbiamo veramente visto il giardino piu’ romantico dell’isola, e’ a una quindicina di metri di profondita’ tra Ischia e Vivara ci sono archi naturali di roccia e giochi di luci incredibili!”

Com’è cambiato il turismo a Ischia negli anni e cosa cambieresti tu nel sistema di accoglienza dell’isola?

“Il turismo e’ un’industria in continua evoluzione,non puoi mai prevedere chi arrivera’ nella prossima stagione, si stanno fidelizzando molto i russi adesso ma purtroppo manca una capacita’ degli ischitani a rispondere alle esigenze di nuovi acquirenti… sono anni che dico a tutti che dovremmo avere un campo da golf ben architettato, il piu’ famoso del mondo ha solo 9 buche,avremmo una svolta epocale ma….”basta che ce sta o’ sole” parafrasando una vecchia canzone…”

Un consiglio in particolare per chi viene ad Ischia per la prima volta?

“Come dici tu portarsi un’automobile o affittarla sul posto. Ischia e’ grande e va apprezzata in tutte le sue sfumature, una passeggiata di sera a Lacco Ameno dopo una giornata al Negombo, il tramonto a Forio dopo un tuffo a Cava dell’isola, un trekking a cavallo sul Cretaio, un bucatino al coniglio sull’Epomeo e una giornata di relax all’Eden a Cartaromana (quello si che e’ un posto romantico!) e poi un po’ di shopping sul corso e Ischia Ponte col Castello– queste sono tappe immancabili! E poi non dimenticare di concederti una sosta alle terme, oltre alle acque termali ( secondo studi recenti la maggior ricchezza di acque differenti al mondo!) potrai trovare tecniche di ringiovanimento per viso e corpo e rilassamento che ti rimetteranno veramente a nuovo!”

Da amante della cucina e delle tradizioni campane quale sei, ci regaleresti una ricetta speciale?

“Il coniglio all’ ischitana nel coccio, con la testa d’aglio intera incisa su tutto il diametro dorata nell’olio e strutto (se avete lo stomaco in forma), un rametto di timo selvatico o di maggiorana, si fa rosolare il coniglio poi si copre di vino Biancolella e si aggiungono 10 pomodorini, quando si e’ ritirato il vino (un’oretta circa) e’ pronto ad accogliere i bucatini!

Per contattare l’hotel La Floridiana potete visitare il sito http://www.hotelfloridianaischia.com/

tutte le immagini presenti in questo articolo non sono di mia proprietà e sono reperite dal sito Pinterest