Nyami Jewelry, gioiellieviaggi dalla Liguria

Enrica Barri Nyami Jewelry gioiellieviaggi

Anello con perla nera di Nyami Jewelry. Foto di Gianluca Scattina

Qualche settimana fa durante l’evento dedicato a le Isole Cook e Perle Avaiki, i tesori della Polinesia Neozelandese, finalmente ho avuto modo di conoscere personalmente Enrica Barri, in arte Nyami Jewelry, la creatrice degli splendidi gioielli con perle Avaiki.

Durante il mio lungo percorso in campo orafo ho conosciuto diversi creativi che sanno plasmare la cera per dare vita a forme fantasiose, ma il tocco di Enrica mi ha incantata particolarmente, per cui ho deciso di dedicarle uno spazio qui.

Parliamo un po’ di Enrica e di Nyami Jewelry. Chi sei e cosa fai?

Mi chiamo Enrica Barri e creo gioielli in argento e bronzo nella mio laboratorio/atelier Nyami Jewelry a Sarzana, in Liguria.
Fare gioielli è la mia passione da sempre. Io sono nata e cresciuta in un piccolo paese sul lago di Como, e lì da bambina creavo bracciali, anelli e collane con i fiori e rami che trovavo sulle rive del lago o sui monti, durante le passeggiate con i miei. Poi quando da grande ho scoperto il banco orafo, ho cercato di riprodurre le stesse sensazioni che si provano quando vedi le meraviglie della natura in metallo, prima con la lastra ed i fili, e poi con la tecnica della cera persa, che è la mia preferita.

I miei maestri mi hanno trasmesso innanzitutto passione, e poi la tenacia per continuare a fare quello che mi piace, senza seguire le mode del momento, e soprattutto tenendo sempre presente chi fare un lavoro che ami è una grande fortuna.
Utilizzo prevalentemente la tecnica della cera persa. Mi piace tantissimo riprodurre a mio modo la natura che vedo e tocco durante le mie passeggiate. Amo le onde del mare e delle montagne e il sapore del vento, mi piacciono i gioielli armonici ma un po’ irregolari e unici che si “accoccolano” sulla persona diventando parte di essa. Amo le perle e le metterei dovunque, infatti quasi tutti i miei gioielli hanno almeno una perla.
Visto che ora abito in Liguria, spesso vado per i sentieri ripidi e solitari che portano al mare, tra Lerici e le Cinque Terre. Una volta arrivata sulla spiaggia posso rimanere ore a guardare l’acqua e di solito dopo una giornata così torno a casa con nuove idee. A volte invece, in laboratorio, seduta al mio banco ascoltando la radio, “gioco” provando nuove combinazioni con la cera.

Anello con perla delle Isole Cook di Nyami Jewelry, foto di Gianluca Scattina

Le mie creazioni sono rivolte prevalentemente a donne. Il mio cliente preferito è una donna indipendente e creativa, viaggiatrice e curiosa e che, anche se attenta alle novità, è legata alla tradizione della sua terra. Mi piacciono quelle donne che scelgono un gioiello da portare sempre e che le distingue dal resto.
Ogni gioiello appena nato diventa sempre il mio preferito, e mi piace coccolarmelo un po’, tenendolo in bella vista, per me sola, sul mio banchetto da lavoro mentre creo altre cose prima di esporlo in vetrina o metterli in vendita on line. Ad ora la collezione Cook Island con le perle nere delle isole Cook è la mia “Cocca”. Quello però a cui sono maggiormente affezionata è una collier in argento che feci un po’ di anni fa per la prima volta e che ora riproduco su richiesta. Si chiama Tentacolo, perché mi ricorda un ramo di una pianta che vidi durante in uno dei miei giri nei boschi. Il ramo saliva sul tronco di un’altra pianta come se volesse abbracciarla. E’ fatta da 3 moduli in argento con delle perle di misure diverse inserite nel modulo centrale che ricordano le gemme di un albero.

Nyami Jewelry gioiellieviaggi dalla Liguria collier Anemone

Nyami Jewelry, collier Anemone. Foto di Gianluca Scattina

Il gioiello più bello che abbia mai visto, anni fa, quando ho iniziato a lavorare, è il “Magic ring” di Georg Jensen, che mi ha colpito per la sua estrema semplicità e bellezza. E’ un anello semplice, pulito ma con una forza incredibile che ti arriva nell’anima. Un anello in cui puoi inserire un altro anello di materiale diverso, dal caucciù alla fedina di brillanti e renderlo tuo. Era un anello innovativo per l’epoca, ora sicuramente non più. E’ molto più semplice da vedere rispetto ad altri pezzi di arte orafa che sono sicuramente più intricati e più difficili da realizzare, ma io credo che a volte sia più difficile creare delle linee semplici ma d’effetto.

Conosci il mio progetto #gioiellieviaggi? Se dovessi dedicargli una tua creazione quale sceglieresti?

Si, conosco il tuo progetto #gioiellieviaggi e lo trovo estremamente innovativo e interessante. Mi piace tantissimo l’idea che hai avuto di abbinare i gioielli e i viaggi, anche perché credo che avere un gioiello ispirato ad un determinato posto ti aiuti a viaggiare con la fantasia e a fantasticare sul resto del mondo ancora da visitare e nel contempo, credo che il miglior ricordo di un viaggio sia un gioiello preso in un posto che si è amato e dove si è stati felici e che poi, una volta a casa, anche se presi dalla vita quotidiana, ci riporta automaticamente là ogni volta che lo indossiamo.
Se dovessi dedicare una mia creazione proporrei sicuramente la linea “Cook Island” Black Pearl Collection dedicata alle Isole Cook.

Sito: www.Nyami.it (questo sito purtoppo non è visibile su Iphone) e https://www.etsy.com/shop/NyamiJewelry
Facebook: @NyamiJewelry
Instagram: @nyamijewelry
Pinterest : @nyamijewelry